Mammoplastica

LoghinoLa chirurgia della mammella permette l’ingrandimento (mammoplastica additiva), la riduzione (mammoplastica riduttiva) o il rassodamento del seno (mammopessi). Può avere un ruolo correttivo anche nell’uomo in caso di ginecomastia.
L’intervento di mammoplastica additiva è molto richiesto per correggere una condizione di ipoplasia mammaria giovanile (congenita) o per il desiderio di cambiare la forma del seno dopo una gravidanza e/o un allattamento prolungato. La correzione chirurgica permette il riadattamento del volume per mezzo dell’impianto di una protesi e, nel caso di rilassamento marcato della pelle, si può rendere necessario associare un rassodamento (mammopessi) per un risultato ottimale.
Si può ricorrere all’intervento di mammoplastica riduttiva quando il seno è troppo grosso e porta a una sproporzione rispetto al tronco. La mammoplastica riduttiva viene generalmente eseguita in anestesia locale; le incisioni possono essere effettuate solo intorno all’areola o scendere verticalmente fino al solco sottomammario e lungo la piega inferiore del seno. Le cicatrici resteranno nascoste all’interno del reggiseno o del costume da bagno.

Dic 4, 2015 | Posted by | Commenti disabilitati su Mammoplastica
by UFO Themes

Questo sito utilizza i Cookie anche di terze parti (Google AdSense, Vivistats). Scorrendo le pagine, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi